Skip to content

Napoli-Qualiano / Campus di allenamento per 50 calciatori professionisti

19 luglio 2013

“Anche lo sport concorre a fare comunità, fondandosi su principi e valori importanti come la tenacia, il sacrificio e, innanzitutto, il rispetto delle regole. Siamo ben lieti di ospitarvi e concorrere al raggiungimento del vostro e nostro obiettivo”. Ad affermare questi concetti è stato ieri il neo-sindaco di Qualiano Ludovico De Luca, che per qualche ora si è intrattenuto con un gruppo calciatori professionisti ‘temporaneamente disoccupati’ i quali, da alcuni giorni, si stanno allenando presso il campo sportivo cittadino. L’iniziativa, promossa dall’associazione Equipe Campania in sinergia con l’ AIC, Associazione Italiana Calciatori, ha consentito infatti di radunare, presso lo Stadio Santo Stefano di Qualiano, oltre 50 atleti professionisti provenienti da tutta Italia (e qualcuno anche dall’estero) ed in cerca di nuova ‘sistemazione’ agonistica. Questi ultimi, infatti, per mantenere alto il loro stato di forma, da alcuni giorni si allenano e sudano sul rettangolo verde del “Santo Stefano”, in attesa di essere “piazzati” in nuovi club. In relazione a questa iniziativa, Antonio Trovato, collaboratore dell’Associazione Italiana Calciatori, ha affermato: “Io sono di Qualiano e mi fa piacere poter valorizzare la nostra bella struttura. Ma è sicuramente un dato su cui riflettere il fatto che ci siano così tanti giocatori professionisti che, nonostante l’indiscussa bravura, stentano a trovare una collocazione. E ciò è una prova che il calcio è in grosse difficoltà. Penso però che, con il passare dei giorni, questi ragazzi, attraverso i loro procuratori, troveranno il modo per aggregarsi a squadre importanti. E, in tal senso, ci auguriamo che sul nostro campo essi man mano possano essere sempre di meno”. A sua volta Venturino Cerqua, assessore comunale allo Sport, ha dichiarato: “E’ un vanto per la città di Qualiano avere qui questi giocatori. Ad ognuno di loro auguriamo un prosieguo di carriera, così come essi meritano per i sacrifici che fino ad oggi hanno fatto e che continuano a fare. Noi, come istituzione, gli saremo sempre vicini”.

 

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...