Skip to content

Speciale Ambiente Napoli Nord / Ministro Nunzia De Girolamo nelle terre dei roghi tossici tra Caivano e Acerra

24 luglio 2013

IL PUNTO

“Sembra di stare a Gomorra”. Si è espresso così ieri il ministro delle politiche agricole Nunzia De Girolamo, alla vista dello scempio ambientale nelle campagne di Caivano. La De Girolamo, accompagnata dal parroco ambientalista Don Maurizio Patriciello e dai vertici della Guardia Forestale, ha infatti compiuto, ieri mattina, un sopralluogo nelle campagne tra Caivano ed Acerra, in quegli stessi campi dove di recente sono stati trovati cavolfiori alla diossina, pozzi d’acqua avvelenati e dove recentemente sono stati disseppelliti addirittura fusti di rifiuti tossici. In relazione a questa scottante problematica, il ministro ha promesso maggiori controlli sul territorio e nuove norme in materia di reati ambientale. “Inaspriremo le pene – ha dichiarato la De Girolamo -, perché non basta una semplice multa. Inoltre, intensificheremo i controlli e il monitoraggio del territorio. E, in tale ottica, pensiamo di rafforzare l’organico della Forestale di Napoli e Caserta per sopperire alle carenze di personale e garantire così un presidio ancora più forte su questo territorio”. Inoltre, ad onor di cronaca, va detto che, poco prima del sopralluogo nelle avvelenate campagne di Napoli Nord, il ministro De Girolamo, insieme ad altri esponenti del parlamento e all’oncologo Antonio Marfella, ha incontrato, presso la parrocchia di San Paolo Apostolo a Caivano, il parroco coraggio Don Maurizio Patriciello e le associazioni ambientaliste locali che da anni si battono contro i roghi tossici. “Questa terra – ha affermato la De Girolamo – non ha bisogno di passerelle. Ritornerò qui solo quando avrò risposte da dare a questa gente. Oggi sono venuta come mamma, prima che come ministro”. E, durante questa manifestazione in parrocchia, non sono mancate dure contestazioni all’indirizzo del Ministro da parte di cittadini esasperati per il perdurare della situazione d’emergenza. Duro, in tale contesto, anche il documento letto dal portavoce del Coordinamento Comitati Fuochi Lucio Iavarone. “Si chiedono bonifiche e tutela della salute” – ha affermato l’esponente degli ambientalisti. E poi, lo stesso Iavarone ha aggiunto: “Continua il silenzio di chi sa e non parla, perché le informazioni, da tempo, ci sono e restano coperte”. Infine, durante la manifestazione di ieri, lo stesso Coordinamento Comitati Fuochi ha chiesto al ministro De Girolamo che “il governo nazionale intervenga subito o formalizzi lo stato di disastro ambientale”.

(Fonte: Rocco Sessa, direttore di Nano Tv)

In relazione alla visita a Caivano del ministro De Girolamo, clicca qui per vedere il 1° filmato di approfondimento curato da Nano Tv https://www.youtube.com/watch?v=GHefDSrTvxE&feature=c4-overview&list=UUpJ9G0XUHsQ_Qg_aqsJhujg 

*

LA MINACCIA AL PARROCO

La visita del ministro alle politiche agricole Nunzia De Girolamo a Caivano ieri ha riservato una ulteriore coda avvelenata. Una evidente contestazione, seguita addirittura da frasi minacciose, è stata rivolta anche nei confronti di Don Maurizio Patriciello, il prete che negli ultimi mesi ha portato alla ribalta nazionale il problema dei roghi tossici nell’area Nord di Napoli. Secondo quanto riferito dal collega Rocco Sessa, direttore di Nano Tv, un gruppo di persone ha circondato il parroco ed ha cominciato a inveire contro il suo attivismo che, a loro dire, avrebbe danneggiato l’economia locale. Don Maurizio ha cercato di difendersi spiegando che, se i terreni non fossero stati sequestrati, quei prodotti avvelenati sarebbero stati consumati sulle tavole dei cittadini campani. A questo punto, però, uno dei suoi contestatori lo ha avvicinato e, con tono minaccioso, gli ha detto: “Tu pensa a dire la messa”. E, rincarando la dose, ha aggiunto: “Ognuno deve fare il suo mestiere. Tu vai in chiesa a dire messa. Per colpa tua non vendiamo più nulla”. Ma non è tutto. Successivamente il parroco sarebbe stato avvicinato mentre era da solo e qualcuno gli avrebbe “consigliato” di farsi i fatti suoi. La scena però è stata notata dal Ministro De Girolamo, che è sceso dalla macchina ed ha espresso la sua solidarietà a Don Maurizio e la piena fiducia nel suo operato apostolico e sociale.

(Fonte: Rocco Sessa, direttore di Nano Tv)

In relazione all’episodio delle minacce al parroco ambientalista Don Patriciello, clicca qui per vedere il 2° filmato di approfondimento curato da Nano Tv https://www.youtube.com/watch?v=3HLu713ZKnM&feature=c4-overview&list=UUpJ9G0XUHsQ_Qg_aqsJhujg

Annunci

From → attualità, politica

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...