Vai al contenuto

Napoli-Marano / Tribunale di Napoli Nord: consiglio comunale straordinario

25 luglio 2013

Consiglio comunale monotematico nella serata di ieri a Marano, in provincia di Napoli. L’unico punto all’ordine del giorno dell’assise, tenutasi simbolicamente nella piazzetta antistante gli attuali uffici giudiziari, era la discussione sul possibile trasferimento dell’istituendo Tribunale dell’Area Nord di Napoli dall’originaria sede di Giugliano, prevista da un decreto legge del settembre 1999, a quella del Castello Aragonese di Aversa, in provincia di Caserta; soluzione, quest’ultima, recentemente ipotizzata dal ministro Annamaria Cancellieri e che potrebbe diventare operativa dal prossimo autunno. Su questo delicato tema, il neo-sindaco di Centrodestra Angelo Liccardo ieri sera ha chiesto e ottenuto che la Maggioranza approvasse un documento ufficiale attraverso il quale da un lato “si concedono al Tribunale di Napoli gli uffici per svolgere i processi pendenti” e dall’altro “si chiede che Marano, comune dell’area Nord di Napoli, resti sede di Tribunale”. A questo punto, portato a compimento il primo passo, Liccardo nei prossimi giorni farà pervenire la delibera approvata ieri in Consiglio direttamente sulla scrivania del presidente del Tribunale di Napoli, Carlo Alemi, il quale di recente, nell’ambito di due documenti inviati per conoscenza anche al sindaco di Marano, ha evidenziato a chiare lettere la sua netta contrarietà rispetto all’ipotesi di un nuovo disegno-legge finalizzato ad individuare, nella città normanna, il nuovo presidio giudiziario avente giurisdizione sul vasto comprensorio a cavallo tra l’hinterland Nord di Napoli e il Basso Casertano. Secondo il presidente Alemi, infatti, ridisegnare l’amministrazione della Giustizia istituendo ad Aversa il nuovo Tribunale di Napoli Nord sarebbe una operazione economicamente dispendiosa. In sintonia con il giudice Alemi c’è anche il presidente dell’Ordine degli avvocati di Napoli Francesco Caia, il quale, intervenendo ieri al consiglio comunale straordinario svoltosi a Marano, ha ribadito la sua contrarietà all’ipotesi di una rimodulazione dell’attuale assetto dell’amministrazione della Giustizia. Ma, sulla reale valenza burocratica di questa deliberazione, approvata ieri sera in Consiglio dalla maggioranza di Centrodestra, ha posto un cono d’ombra l’ex sindaco di Marano Mauro Bertini, attuale consigliere comunale del cartello civico L’Altra Marano. Per l’ex fascia tricolore, infatti, il documento avallato in Assise su proposta del sindaco e in risposta alla missiva precedentemente inviata da Alemi a Liccardo “non aveva valore vincolante, in quanto la lettera del 10 luglio scorso era solamente indirizzata, per conoscenza, al sindaco e non al Consiglio”. A questa puntualizzazione critica ha ribattuto Angela Di Guida, neo presidente del Consiglio, la quale ha affermato: “Quello di ieri sera è stato un consiglio straordinario per il bene della città e su un tema importante come quello del possibile trasferimento del Tribunale’’.

Antonio Sabbatino

 

Annunci

From → attualità, politica

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...