Skip to content

Napoli e dintorni: tre indagati per la tragedia del bus turistico

2 agosto 2013

Lo hanno ipotizzato anche alcuni tra i volontari accorsi a dare una mano, in questi giorni, per portare via quello che restava dell’autobus turistico precipitato dal viadotto di Acqualonga, tra Baiano e Monteforte Irpino (AV), la scorsa domenica. Lo hanno detto mentre scavavano nella terra soffice per recuperare sediolini, lamiere e oggetti personali delle 38 vittime di questo terribile volo della morte. I cosiddetti ‘jersey’ di cemento, i guard-rail che delimitavano il margine dell’autostrada A16, non erano a norma, come invece avrebbero dovuto essere. Non a caso, rispetto a questo disastro, nel quale hanno perso la vita 36 persone della zona di Pozzuoli e 2 coniugi di Mugnano, la Procura di Avellino ha già iscritto nel registro degli indagati due dirigenti di Autostrade per l’Italia, oltre al titolare della ditta proprietaria dell’autobus.

E, sempre in relazione a questa immane tragedia, a 4 giorni di distanza la redazione di Road Tv Italia è tornata sul luogo del disastro per capire come stanno procedendo le operazioni. Nel link che segue, il servizio realizzato dai colleghi Oscar De Simone e Giuliana Gugliotti

http://www.roadtvitalia.it/strage-irpinia-il-racconto-di-chi-conosceva-le-vittime-video/

Annunci

From → cronaca

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...